AVVISO PUBBLICO

La categoria

09/07/2013

      

 AVVISO PUBBLICO PER L'ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE TEMPORANEA DELLA GESTIONE DEL
 CAMPO DI CALCETTO COMUNALE SITO IN CORBARA ALLA VIA LIGNOLA.
       
       Con deliberazione n. 82 del 5/7/ 2013 la Giunta Comunale stabiliva di concedere in uso e
       gestione provvisoria il campo di calcetto sito alla via Lignola, fino al 31/12/2013.
      
       La gestione sarà prorogata eventualmente solo per il tempo strettamente necessario ad
       espletare la procedura di affidamento definitivo.
      
       I soggetti legittimati a partecipare all’avviso pubblico sono le Associazioni Sportive, Enti
       di promozione sportiva, Enti non commerciali ed Associazioni senza fitti di lucro, che
       perseguono finalità formative, ricreative e sociali nell’ambito dello sport e del tempo
       libero. La durata della concessione sarà provvisoria fino al 31 / 12/2013.
      
       I soggetti legittimati devono essere in possesso di tutti i requisiti previsti dal presente
       avviso pubblico.
      
       La concessione sarà rilasciata dietro pagamento di un canone la cui base d’asta è
       determinata in misura pari ad €500,00 (cinquecento/GO euro) mensili.
      
       Tra gli oneri gestionali a carico del concessionario, meglio indicati nella convenzione, si
       segnalano: i consumi di acqua, luce e gas, necessari per il funzionamento della struttura;
       tutti gli oneri relativi alle operazioni di ripristino, rifacimento e manutenzione ordinaria e
       straordinaria della struttura quando essi si rendessero necessari a causa di mancata
       manutenzione ordinaria, incuria, colpa degli associati, degli utenti in genere o deT
       pubblico che assiste alle attività, gare o manifestazioni, da qualunque soggetto promosse; i
       ripristini, i rifacimenti e le manutenzioni straordinarie, resisi necessari per danni e furti
       provocati da terzi, a causa di mancata vigilanza e custodia del concessionario medesimo;
       gli oneri relativi alle operazioni di manutenzione ordinaria e pulizia, che vengono in
       appresso elencati in via esemplificativa:
      
       Il concessionario si assumerà, inoltre, l’onere relativo alla custodia ed alla sorveglianza
       dell’impianto oggetto del presente bando, non potrà cedere a terzi, a qualsiasi titolo, i
       diritti derivanti dalla concessione e dovrà garantire alcuni spazi orari assegnabili
       dall’Amministrazione Comunale (7 ore settimanali a beneficio dei ragazzi/e di età
       inferiore ai 15 anni) nonché il diritto, in capo alla medesima Amministrazione Comunale,
       di autorizzare manifestazioni ed eventi nel numero massimo di 5 n’-Jì’m’co dci p~hodo di
       concessione. Inoltre, il Concessionario dovrà disciplinare l’utThzzo della struttura
       applicando il “Regolamento comunale per l’uso e gestione degli impianti sportivi
       comunali” adottando le tariffe stabilite dall’Amministrazione Comunale
      
       L’offerta, corredata dalla copia di un valido documento di identità del legale
       rappresentante, deve essere presentata a pena di nullità a mezzo dell’allegato modello e
       sottoscritta dal legale rappresentante.
      
       I soggetti interessati possono richiedere di effettuare apposito sopralluogo previo
       appuntamento da fissarsi con i competenti tecnici comunali.

      


       Nell’offerta il richiedente dovrà espressamente dichiarare di possedere tutti i requisiti
       indicati nell’istanza di partecipazione ala gara.
      
       In particolare il richiedente dovrà dichiarare con autocertificazione ai sensi di legge:
      
       1) che non sussistono, a suo carico procedimenti in corso per l’applicazione di una delle
       misure di prevenzione di cui all’art.3 della legge 27/12/1956 n. 1423 o di una delle cause
       ostative previste dall’art. 10 della L. 31/5/1965 n. 575 e che, anche in assenza nei miei
       confronti di un procedimento per l’applicazione di una misura di prevenzione o di una
       causa ostativa ivi previste, non sussiste il caso in cui, pur essendo stato vittima dei reati
       previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del codice penale aggravati ai sensi dell’articolo 7
       del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12
       luglio 1991, n. 203, non risulti aver denunciato i fatti all’autorità giudiziaria, salvo che
       ricorrano i casi previsti dall’articolo 4, primo comma, della legge 24 novembre 1981, n. 689;
       2) che non sono state pronunciate a suo carico sentenze definitive di condanna passate in
       giudicato o decreti penali di condanna divenuti irrevocabili ovvero sentenze di
       applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura
       penale, per reati in danno dello Stato e della comunità che incidono sulla moralità
       professionale.
       3) che l’associazione ecc.:
       - non si trova in situazione di interdizione alla contrattazione e partecipazione alle gare
       con l’Amministrazione pubblica;
       - non ha avuto e non ha in corso contenziosi di alcuna natura con il Comune di Corbara;
       - non ha effettuato risoluzioni anticipate di rapporti contrattuali con il Comune di Corbara,
       né ha subito o sono in corso revoche di concessioni di beni pubblici di alcuna natura;
       - non ha acquisito o incorporato soggetti/operatori/società/associazioni non aventi i
       requisiti prescritti e richiesti dal presente avviso;
       - ha già svolto sul territorio comunale attività sportive, culturali, sociali, ricreative,
       educative a beneficio di giovani, disabii, anziani;
       4)   di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto dall’art. 17 della legge
       19/3/1990 n. 55;
       5)   di non aver commesso gravi infrazioni, debitamente accertate, alle norme di sicurezza e
       ad ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro e di non essere sottoposti a
       provvedimenti interdittivi ai sensi dell’art. 14 del D. Lgs. n. 81/2008;
       6)   l’inesistenza, a carico dell’Associazione ecc, di violazioni, definitivamente accertate,
       rispetto agli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse, secondo la legislazione
       italiana o del paese di residenza;
       7)   di non aver reso, nell’anno antecedente la data di pubblicazione del presente avviso di
       gara, false dichiarazioni in merito ai requisiti ed alle condizioni rilevanti per la
       partecipazione alle procedure di gara e per l’affidamento di subappalti;
       8)   di non aver commesso violazioni gravi definitivamente accertate alle norme in materia
       di contributi previdenziali ed assistenziali secondo la legislazione italiana o dello Stato in
       cui sono stabiliti;
       9) che a carico dell’Associazione ecc. non è stata disposta l’applicazione della sanzione
       interdittiva di cui all’art. 9, lI comma, lett. c) del D. Lgs. 8/6/2001 n. 231 o altra sanzione
       che comporta il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione;
       10) che in base allo statuto o atto costitutivo la rappresentanza legale è attribuita alle
       seguenti persone: (indicare per ognuno: nome, cognome, data e luogo di nascita, carica
       sociale e relativa scadenza);
       11) di autorizzare l’invio di tutte le comunicazioni inerenti la presente procedura di gara a
       mezzo fax al numero                    
       12) di obbligarsi ad applicare integralmente, nell’esecuzione delle attività che formano
       oggetto della concessione e della gestione, tutte le norme contenute nel contratto collettivo
       nazionale di lavoro della categoria di appartenenza;
       13) di avere preso conoscenza delle condizioni locali, di aver preso esatta conoscenza della
       natura dell’impianto e della concessione, dell’avviso di gara, dello schema di convenzione
       nonché delle circostanze particolari e generali che possono aver influito sulla
       determinazione dell’offerta e di accettare integralmente tutte le condizioni poste
       nell’avviso pubblico e nella convenzione;
       14) di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella formulazione dell’offerta delle
       condizioni contrattuali nonché degli obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in
       materia di sicurezza, di condizioni di lavoro e di previdenza ed assistenza in vigore nel
       luogo dove devono essere eseguite le attività oggetto della concessione;
       15) che l’Associazione ecc., ai sensi deIl’art. 86 comma 3 — bis del D. Lgs n. 163/2006.. Li
       adempiuto, all’interno della società, agli obblighi di sicurezza previsti dalla normativa
       vigente.
      
       Il richiedente dovrà, altresì, dichiarare l’importo mensile disposto ad offrire al Comune
       quale corrispettivo della gestione, la cui base d’asta è pari a 500,00 euro mensili.
      
       Le offerte possono essere fatte in rialzo nella misura di 50,00 euro.
      
       La gestione del campo di calcetto sarà affidata a chi, in possesso di tutti i requisiti richiesti
       dal presente avviso pubblico, abbia offerto a quest’Ente il canone mensile più alto, a
       partire da una base d’asta di 500,00 euro mensili.
      
       L’assegnazione in concessione sarà effettuata anche in presenza di una sola offerta ritenuta
       valida.
      
       A parità di offerte economiche valide, per l’assegnazione in concessione del campo di
       calcetto si procederà al sorteggio.
      
       L’istanza e l’offerta devono essere fatte a pena di nullità sul modello allegato e devono
       essere corredate da una copia del documento di identità del legale Rappresentante
       sottoscrivente.
      
       L’istanza e l’offerta dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Corbara, a
       mano o tramite raccomandata A/R, in busta chiusa, sulla quale va specificato, a pena ci
       inammissibilità, il nominativo del mittente e la dicitura “Assegnazione in convenzione
       della gestione temporanea del campo di calcetto comunale sito in Corbara, alla via
       Lignola”, inderogabilmente entro le ore 12.00 del 19/7/2013; non farà fede 11 timbro
       postale.
   
       Le buste contenenti le istanze e le offerte saranno aperte in
       seduta pubblica da parte del
       Responsabile dell’Area Amministrativa in data 19/7/2013 alle ore 13.00.
      
      
      
                                          Il Responsabile dell’Area Amministrativa
                                                             Dott. Vittorio Martino
      

indietro

 coronavirus

Elenco bandi

ANSA.it

Notizie non disponibili

AVVISO PUBBLICO

La categoria

09/07/2013

      

 AVVISO PUBBLICO PER L'ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE TEMPORANEA DELLA GESTIONE DEL
 CAMPO DI CALCETTO COMUNALE SITO IN CORBARA ALLA VIA LIGNOLA.
       
       Con deliberazione n. 82 del 5/7/ 2013 la Giunta Comunale stabiliva di concedere in uso e
       gestione provvisoria il campo di calcetto sito alla via Lignola, fino al 31/12/2013.
      
       La gestione sarà prorogata eventualmente solo per il tempo strettamente necessario ad
       espletare la procedura di affidamento definitivo.
      
       I soggetti legittimati a partecipare all’avviso pubblico sono le Associazioni Sportive, Enti
       di promozione sportiva, Enti non commerciali ed Associazioni senza fitti di lucro, che
       perseguono finalità formative, ricreative e sociali nell’ambito dello sport e del tempo
       libero. La durata della concessione sarà provvisoria fino al 31 / 12/2013.
      
       I soggetti legittimati devono essere in possesso di tutti i requisiti previsti dal presente
       avviso pubblico.
      
       La concessione sarà rilasciata dietro pagamento di un canone la cui base d’asta è
       determinata in misura pari ad €500,00 (cinquecento/GO euro) mensili.
      
       Tra gli oneri gestionali a carico del concessionario, meglio indicati nella convenzione, si
       segnalano: i consumi di acqua, luce e gas, necessari per il funzionamento della struttura;
       tutti gli oneri relativi alle operazioni di ripristino, rifacimento e manutenzione ordinaria e
       straordinaria della struttura quando essi si rendessero necessari a causa di mancata
       manutenzione ordinaria, incuria, colpa degli associati, degli utenti in genere o deT
       pubblico che assiste alle attività, gare o manifestazioni, da qualunque soggetto promosse; i
       ripristini, i rifacimenti e le manutenzioni straordinarie, resisi necessari per danni e furti
       provocati da terzi, a causa di mancata vigilanza e custodia del concessionario medesimo;
       gli oneri relativi alle operazioni di manutenzione ordinaria e pulizia, che vengono in
       appresso elencati in via esemplificativa:
      
       Il concessionario si assumerà, inoltre, l’onere relativo alla custodia ed alla sorveglianza
       dell’impianto oggetto del presente bando, non potrà cedere a terzi, a qualsiasi titolo, i
       diritti derivanti dalla concessione e dovrà garantire alcuni spazi orari assegnabili
       dall’Amministrazione Comunale (7 ore settimanali a beneficio dei ragazzi/e di età
       inferiore ai 15 anni) nonché il diritto, in capo alla medesima Amministrazione Comunale,
       di autorizzare manifestazioni ed eventi nel numero massimo di 5 n’-Jì’m’co dci p~hodo di
       concessione. Inoltre, il Concessionario dovrà disciplinare l’utThzzo della struttura
       applicando il “Regolamento comunale per l’uso e gestione degli impianti sportivi
       comunali” adottando le tariffe stabilite dall’Amministrazione Comunale
      
       L’offerta, corredata dalla copia di un valido documento di identità del legale
       rappresentante, deve essere presentata a pena di nullità a mezzo dell’allegato modello e
       sottoscritta dal legale rappresentante.
      
       I soggetti interessati possono richiedere di effettuare apposito sopralluogo previo
       appuntamento da fissarsi con i competenti tecnici comunali.

      


       Nell’offerta il richiedente dovrà espressamente dichiarare di possedere tutti i requisiti
       indicati nell’istanza di partecipazione ala gara.
      
       In particolare il richiedente dovrà dichiarare con autocertificazione ai sensi di legge:
      
       1) che non sussistono, a suo carico procedimenti in corso per l’applicazione di una delle
       misure di prevenzione di cui all’art.3 della legge 27/12/1956 n. 1423 o di una delle cause
       ostative previste dall’art. 10 della L. 31/5/1965 n. 575 e che, anche in assenza nei miei
       confronti di un procedimento per l’applicazione di una misura di prevenzione o di una
       causa ostativa ivi previste, non sussiste il caso in cui, pur essendo stato vittima dei reati
       previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del codice penale aggravati ai sensi dell’articolo 7
       del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12
       luglio 1991, n. 203, non risulti aver denunciato i fatti all’autorità giudiziaria, salvo che
       ricorrano i casi previsti dall’articolo 4, primo comma, della legge 24 novembre 1981, n. 689;
       2) che non sono state pronunciate a suo carico sentenze definitive di condanna passate in
       giudicato o decreti penali di condanna divenuti irrevocabili ovvero sentenze di
       applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura
       penale, per reati in danno dello Stato e della comunità che incidono sulla moralità
       professionale.
       3) che l’associazione ecc.:
       - non si trova in situazione di interdizione alla contrattazione e partecipazione alle gare
       con l’Amministrazione pubblica;
       - non ha avuto e non ha in corso contenziosi di alcuna natura con il Comune di Corbara;
       - non ha effettuato risoluzioni anticipate di rapporti contrattuali con il Comune di Corbara,
       né ha subito o sono in corso revoche di concessioni di beni pubblici di alcuna natura;
       - non ha acquisito o incorporato soggetti/operatori/società/associazioni non aventi i
       requisiti prescritti e richiesti dal presente avviso;
       - ha già svolto sul territorio comunale attività sportive, culturali, sociali, ricreative,
       educative a beneficio di giovani, disabii, anziani;
       4)   di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto dall’art. 17 della legge
       19/3/1990 n. 55;
       5)   di non aver commesso gravi infrazioni, debitamente accertate, alle norme di sicurezza e
       ad ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro e di non essere sottoposti a
       provvedimenti interdittivi ai sensi dell’art. 14 del D. Lgs. n. 81/2008;
       6)   l’inesistenza, a carico dell’Associazione ecc, di violazioni, definitivamente accertate,
       rispetto agli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse, secondo la legislazione
       italiana o del paese di residenza;
       7)   di non aver reso, nell’anno antecedente la data di pubblicazione del presente avviso di
       gara, false dichiarazioni in merito ai requisiti ed alle condizioni rilevanti per la
       partecipazione alle procedure di gara e per l’affidamento di subappalti;
       8)   di non aver commesso violazioni gravi definitivamente accertate alle norme in materia
       di contributi previdenziali ed assistenziali secondo la legislazione italiana o dello Stato in
       cui sono stabiliti;
       9) che a carico dell’Associazione ecc. non è stata disposta l’applicazione della sanzione
       interdittiva di cui all’art. 9, lI comma, lett. c) del D. Lgs. 8/6/2001 n. 231 o altra sanzione
       che comporta il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione;
       10) che in base allo statuto o atto costitutivo la rappresentanza legale è attribuita alle
       seguenti persone: (indicare per ognuno: nome, cognome, data e luogo di nascita, carica
       sociale e relativa scadenza);
       11) di autorizzare l’invio di tutte le comunicazioni inerenti la presente procedura di gara a
       mezzo fax al numero                    
       12) di obbligarsi ad applicare integralmente, nell’esecuzione delle attività che formano
       oggetto della concessione e della gestione, tutte le norme contenute nel contratto collettivo
       nazionale di lavoro della categoria di appartenenza;
       13) di avere preso conoscenza delle condizioni locali, di aver preso esatta conoscenza della
       natura dell’impianto e della concessione, dell’avviso di gara, dello schema di convenzione
       nonché delle circostanze particolari e generali che possono aver influito sulla
       determinazione dell’offerta e di accettare integralmente tutte le condizioni poste
       nell’avviso pubblico e nella convenzione;
       14) di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella formulazione dell’offerta delle
       condizioni contrattuali nonché degli obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in
       materia di sicurezza, di condizioni di lavoro e di previdenza ed assistenza in vigore nel
       luogo dove devono essere eseguite le attività oggetto della concessione;
       15) che l’Associazione ecc., ai sensi deIl’art. 86 comma 3 — bis del D. Lgs n. 163/2006.. Li
       adempiuto, all’interno della società, agli obblighi di sicurezza previsti dalla normativa
       vigente.
      
       Il richiedente dovrà, altresì, dichiarare l’importo mensile disposto ad offrire al Comune
       quale corrispettivo della gestione, la cui base d’asta è pari a 500,00 euro mensili.
      
       Le offerte possono essere fatte in rialzo nella misura di 50,00 euro.
      
       La gestione del campo di calcetto sarà affidata a chi, in possesso di tutti i requisiti richiesti
       dal presente avviso pubblico, abbia offerto a quest’Ente il canone mensile più alto, a
       partire da una base d’asta di 500,00 euro mensili.
      
       L’assegnazione in concessione sarà effettuata anche in presenza di una sola offerta ritenuta
       valida.
      
       A parità di offerte economiche valide, per l’assegnazione in concessione del campo di
       calcetto si procederà al sorteggio.
      
       L’istanza e l’offerta devono essere fatte a pena di nullità sul modello allegato e devono
       essere corredate da una copia del documento di identità del legale Rappresentante
       sottoscrivente.
      
       L’istanza e l’offerta dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Corbara, a
       mano o tramite raccomandata A/R, in busta chiusa, sulla quale va specificato, a pena ci
       inammissibilità, il nominativo del mittente e la dicitura “Assegnazione in convenzione
       della gestione temporanea del campo di calcetto comunale sito in Corbara, alla via
       Lignola”, inderogabilmente entro le ore 12.00 del 19/7/2013; non farà fede 11 timbro
       postale.
   
       Le buste contenenti le istanze e le offerte saranno aperte in
       seduta pubblica da parte del
       Responsabile dell’Area Amministrativa in data 19/7/2013 alle ore 13.00.
      
      
      
                                          Il Responsabile dell’Area Amministrativa
                                                             Dott. Vittorio Martino
      

indietro

 

 

 

 

 

 

torna all'inizio del contenuto